Prossimi appuntamenti

Celebrazioni particolari ed eventi religiosi in Basilica

 

Febbraio - Aprile 2018

Mercoledì 14 febbraio 2018. Ore 17,00 S. Messa e imposizione delle Ceneri per l’inizio della Quaresima. Presiede il Canonico Penitenziere, Mons. Vittorio Pignoloni.

Lunedì 19 marzo 2018. Ore 17,00 S. Messa della Solennità di S. Giuseppe. Partecipa la Pontificia Accademia dei Virtuosi al Pantheon. Presiede l’Em.mo Card. Gianfranco Ravasi. Anima la liturgia il Coro del M° Marco Frisina.

Domenica 25 marzo 2018 “delle Palme”. Ore 10,30 Benedizione degli ulivi, processione e S. Messa presieduta da Sua Ecc.za Mons. Giuseppe Mani, Arcivescovo Emerito di Cagliari. Anima la liturgia il Coro “Salvo D’Acquisto”.

Giovedì Santo 29 marzo 2018. Ore 17,00 S. Messa “in coena Domini”, Reposizione e Adorazione fino alle ore 19,15. Presiede il Canonico Camerlengo, Mons. Angelo Frigerio.

Venerdì Santo 30 marzo 2018. Ore 15,00 Passione del Signore, Adorazione della Croce e Comunione. Presiede il Canonico Penitenziere, Mons. Vittorio Pignoloni.

Sabato Santo 31 marzo 2018. Ore 21,00 Veglia pasquale. Presiede il Canonico Mons. Bruno Gagliarducci.

Domenica 1 aprile 2018, Pasqua del Signore. Ore 10,30 S. Messa della Resurrezione. Presiede il Canonico Mons. Bruno Gagliarducci.

Venerdì 6 aprile 2018. Ore 17,00 Stazione pasquale e S. Messa capitolare presieduta da Sua Ecc.za Mons. Giuseppe Mani, Arcivescovo Emerito di Cagliari. Partecipa la Pontificia Accademia “Cultorum Martyrum”. Anima la liturgia il Coro del M° Michele Loda.

 

 

 


La Basilica del Pantheon è una chiesa consacrata al culto cattolico dal 13 maggio 609 e da quel giorno è stata ininterrottamente utilizzata per la lode di Dio, la preghiera personale e pubblica dei fedeli, la celebrazione domenicale dell’Eucaristia, la santificazione del popolo cristiano mediante i sacramenti.

Durante la visita, siete pertanto invitati a tenere un comportamento e un abbigliamento consono e a contribuire al silenzio e al raccoglimento. Una semplice visita può trasformarsi in un incontro particolare di grazia: con la Vergine Maria, cui la Basilica è dedicata con il titolo di S. Maria dei Martiri, e con il Suo Figlio Gesù.